loghi istituzionali

L’operazione 16.3.2 del PSR Puglia 2014-2020 sostiene le creazione di nuove forme di cooperazione commerciale tra piccoli operatori indipendenti con lo scopo di offrire servizi turistici inerenti al turismo rurale e, in particolare, sostiene gli itinerari turistici enogastronomici, con lo scopo di far cooperare soggetti di settori economici diversi per una promozione turistica territoriale unitaria. In particolare intende sostenere attività finalizzate al miglioramento e alla specializzazione del prodotto/servizio in ambito del turismo rurale offerto nonché alla loro promozione e commercializzazione. La sottomisura contribuisce in maniera diretta al raggiungimento degli obiettivi della Focus Area (FA) P3a ed in maniera indiretta al raggiungimento degli obiettivi della FA P6a in risposta ai seguenti fabbisogni emersi dall’analisi SWOT del PSR Puglia 2014–2020:

  • 13. Favorire i processi di aggregazione delle imprese agricole in strutture dotate di capacità e strumenti gestionali funzionali al miglioramento delle organizzazioni della produzione e commercializzazione agroalimentare;
  • 30. Sviluppare forme di cooperazione tra gli operatori delle aree rurali, attraverso la creazione di reti che coinvolgono i soggetti impegnati in attività connesse alla valorizzazione del territorio anche attraverso il turismo rurale.

Nello specifico, il progetto finanziato consiste nella elaborazione e attuazione di una strategia integrata di marketing turistico che – sfruttando gli input provenienti da tour operator e agenzie locali – porti alla progettazione, realizzazione e promozione di n. 12 pacchetti turistici “innovativi” in grado di attuare la promozione turistica dell’area valorizzando, contestualmente, i prodotti tipici dell’enogastronomia (pacchetti turistici “enogastronomici”), il patrimonio naturalistico (pacchetti turistici “slow travel) e il patrimonio culturale (pacchetti turistici “cultura e tradizioni”) locale.
Il processo – il cui input è costituito dalla risorse turistiche effettive e potenziali sul territorio di riferimento – seguirà il flusso di attività sinteticamente riportato di seguito:

progetto rete turistica 1

La promo-commercializzazione dei prodotti turistici, tuttavia, non rappresenta un obiettivo fine a se stesso, bensì l’elemento integrante di un più ampio processo di ritorno alle origini di un territorio che da sempre ha coltivato la cultura dell’accoglienza. Si tratta, dunque, non di un accordo meramente commerciale ma di una “alleanza culturale” finalizzata alla valorizzazione e promozione del patrimonio identitario rurale dell’area – ivi compresa la biodiversità.
E’ importante evidenziare che la costituzione del nuovo raggruppamento di imprese – così come proposto – in risposta ai fabbisogni emersi dall’analisi SWOT dell’area di intervento (cfr. paragrafo 7), altresì, è di per sé in linea con i fabbisogni emersi dall’analisi SWOT del PSR Puglia 2014-2020:

  • [Fabbisogno 13] “Favorire i processi di aggregazione delle imprese agricole in strutture dotate di capacità e strumenti gestionali funzionali al miglioramento delle organizzazioni della produzione e commercializzazione agroalimentare”
  • [Fabbisogno 30]: “Creazione di reti che coinvolgono i soggetti impegnati in attività connesse alla valorizzazione del territorio anche attraverso il turismo rurale”.

Quanto agli obiettivi, la rete di imprese si prefigge di:

  • realizzare economie di scala;
  • migliorare le modalità di promo-commercializzazione dei prodotti/servizi;
  • incrementare la capacità innovativa e la competitività sul mercato delle imprese aderenti;
  • aumentare l’attrattività del territorio rurale del sud est barese, con particolare riferimento alla tutela dell’ambiente;
  • realizzare le attività previste nel pieno rispetto dei valori della sostenibilità, soprattutto ambientale.

Trattandosi di obiettivi volti essenzialmente al miglioramento della competitività degli operatori economici coinvolti nella Rete – ivi compresi produttori primari – risulta evidente la coerenza dei medesimi con l’obiettivo della Focus Area (FA) 3a “Migliorare la competitività dei produttori primari integrandoli meglio nella filiera agroalimentare attraverso i regimi di qualità, la creazione di un valore aggiunto per i prodotti agricoli, la promozione dei prodotti nei mercati locali, le filiere corte, le associazioni e le organizzazione di produttori e le organizzazioni interprofessionali”.
Altresì, la presenza nella Rete di n. 11 imprese agricole consente al progetto di contribuire indirettamente all’avvio di processi di diversificazione coerenti con l’obiettivo della Focus Area (FA) 6a “Favorire la diversificazione, la creazione e lo sviluppo di piccole imprese e l’occupazione”.
Altrettanto evidente, infine, la coerenza con gli obiettivi trasversali del PSR “Difesa dell’ambiente” e “Sviluppo dell’innovazione”.
Per maggiore chiarezza, si riporta di seguito una tabella di raccordo relativa alla coerenza tra gli elementi su esposti.

progetto rete turistica 2

L’obiettivo del presente Sito Web è favorire la promozione e la commercializzazione dei pacchetti turistici e dei servizi offerti dalla Rete A Sud Est a Tour Operator e Turisti.